Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

Parquet in bagno e cucina: tutti i consigli

La tendenza nell’ultimo decennio è stato di fare il pavimento uguale in tutta casa. Finché si sceglie il gres nessun problema, ma se si sceglie il parquet il dubbio sarà sempre e solo uno: cosa faccio in bagno e in cucina, proseguo con il parquet o sono costretto a staccare con un pavimento diverso?

I rischi che corri con il parquet in bagno

Mentre alcune essenza come il teak, il doussié e l’iroko hanno una certa resistenza anche in condizioni avverse, il rovere ha bisogno di molta più attenzione e, dato che questa essenza ha la maggior quota di mercato, mi soffermerò ad approfondire proprio questo caso. Innanzitutto il rovere è sì trattato in superficie per non patire l’umidità, ma il deposito di vere e proprie pozzanghere d’acqua potrebbero creargli problemi specialmente nel medio-lungo periodo: ad esempio, se l’acqua è calcarea, rischi che il legno si macchi. Inoltre, se dell’acqua si infiltrasse tra un listone e l’altro, nella parte sotto il parquet non è trattato e potrebbe patire con una certa facilità. Se questi due problemi con un po’ di attenzione si possono più o meno tenere sotto controllo, il terzo sarà di ostacolo nella maggior parte dei casi: il rovere richiede un’umidità costante nell’aria tra il 45 e il 65%. Se l’umidità è inferiore può restringersi, se l’umidità è superiore può invece gonfiarsi. In bagno, in presenza della doccia, questo può essere un serio problema, perché a meno di impianti di ventilazione meccanica è molto facile sforare questo range di umidità.

I rischi che corri con il parquet in cucina

Il problema principale della cucina riguarda invece le macchie. In un luogo dove gli schizzi e lo sporco sono all’ordine del giorno, il legno richiederà sicuramente più attenzione e manutenzione da parte tua.

Pavimento in bagno e cucina: sì o no?

A livello professionale l’indicazione non può che essere una: no. Nel dover dare un’indicazione generale che vada bene per chiunque, con il “no” sicuramente non si sbaglia. Le ragioni che ti ho spiegato fino a qui sono importanti dal mio punto di vista, e decidere di mettere il parquet in bagno e cucina potrebbe essere una scelta di cui ti potresti pentire nei prossimi anni. Detto questo, ora che sai quali rischi corri, puoi anche decidere in modo più razionale: se lo vuoi e sei disposto a fare molta attenzione, nessuno ti vieta di mettere il parquet in bagno e cucina!

Quali alternative per i pavimenti di queste due stanze?

La scelta è abbastanza scontata: il gres, in quanto non patisce l’umidità ed è molto difficile da macchiare. Esteticamente non ti consiglierei mai un effetto legno, in quanto simile ma comunque diverso dal parquet che hai nel resto della casa; personalmente in questo caso non apprezzo neanche una piastrella nel classico formato 60×60, troppo banale, non lo vedrei bene abbinato al parquet. Le due soluzioni che ti consiglio vanno in due direzioni completamente opposte:
1) Esagone. Quel piccolo formato esagonale, magari arricchito delle geometrie delle cementine o delle maioliche, è qualcosa di talmente diverso e inaspettato che secondo me sta benissimo con il legno. Puoi prendere ispirazione da una mia bacheca su Pinterest: clic qui per guardare!
2) Grandi formati. Con poche piastrelle 120×120 potresti pavimentare tutto il bagno. Vedresti pochissime fughe. Esteticamente sarebbe anche quasi difficile da capire che si tratta di piastrelle, aumentando il fattore “wow” degli ospiti.
Se il gres non piacesse, si può valutare di pavimentare queste due stanze anche con la resina o il vinilico, anche se sarebbe tecnicamente più difficile l’incontro di questi materiali con il parquet per via degli spessori molto differenti.

Buona scelta per la tua casa!

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimani aggiornato

Ricevi gratis i nuovi articoli sulla tua email.

Ti può interessare

Restiamo in contatto

Quando pubblico un nuovo post su Rifaccio Casa lo mando a un po’ di persone. Lasciami la tua email se vuoi riceverlo anche tu! Ti scriverò solo una o due volte a settimana.


Leggi anche questo!

Metti un Like
a Rifaccio Casa!

MI TROVI ANCHE QUI: SEGUIMI!

ASPETTA!

Restiamo in contatto! Lasciami la tua email, ti manderò gratis ogni settimana nuovi contenuti.