Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su telegram

È l’anno dei piatti doccia in ceramica: guarda la gallery!

È qualche anno che vanno di tendenza i piatti doccia in agglomerato (resina + cariche naturali) che sembrano pietra, fiore all’occhiello della Spagna. Molto belli esteticamente, hanno uno spessore di 3 cm che li rende ideali per l’installazione filo pavimento.

LA NOVITÀ CERAMICA – Poi arrivò Althea. Azienda italiana del comprensorio di Civita Castellana (dove viene prodotto il 90% della ceramica sanitaria italiana), ha da poco lanciato i piatti doccia Plus+ton, una vera e propria rivoluzione per la ceramica. “Il nuovo piatto forte”, lo chiamano. Si tratta di un piatto doccia di 3 cm di spessore che viene cotto a 1250°C, facendolo diventare (robusto come) un gres porcellanato: per questa ragione è quasi impossibile rigarlo e resiste per ben 72 ore alle macchie (anche con prodotti aggressivi come tinte per capelli e smalto per le unghie). Il piatto doccia è disponibile di varie misure, è possibile averlo tagliato su misura (o tagliarlo direttamente in cantiere) ed è pure possibile scegliere tra due finiture: con o senza rilievo della ceramica. Inoltre è smaltato su tutti e quattro i lati, particolare che permette l’installazione anche a centro stanza. Tutte queste caratteristiche vengono mostrate nel video qui sotto a partire dal minuto 2:00.

RESINA O CERAMICA? – Il confronto con i piatti doccia in agglomerato è tutto a favore della ceramica. La resistenza alle macchie dell’agglomerato arriva a 24 ore solo nel caso in cui venga dato uno strato di gelcoat in superficie, altrimenti si può macchiare in pochi minuti; nell’agglomerato i graffi sono facilmente procurabili a causa della presenza della resina (più c’è resina e più è facilmente rigabile); come tutti i prodotti sintetici anche la resina tende ad alterare leggermente il proprio colore col passare del tempo, specie se esposta ai raggi UV, al contrario invece della ceramica.

NON SOLO ALTHEA – Althea è l’azienda che sta puntando maggiormente su questo nuovo genere di prodotto: ha registrato il marchio “Pluston”, si sta presentando a tutti gli eventi fieristici (compreso l’ultimo Salone del Mobile), sta facendo molta pubblicità presentando tutti i pro del prodotto. Tuttavia non c’è solo Althea se parliamo di piatti doccia in ceramica alti 3 cm. Azzurra, per esempio, ha lanciato il piatto doccia Uniko, disponibile però solo nel colore bianco. Anche buona parte delle altre aziende di ceramica stanno mettendo a punto i loro nuovi piatti doccia, che verranno presumibilmente presentati al Cersaie dopo l’estate. Un’attesa che permetterà ad Althea di consolidare il proprio ruolo di leader in questo genere di prodotto e mantenere una posizione di dominio anche in futuro.

Condividi su facebook
Condividi su Facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su WhatsApp
Condividi su twitter
Condividi su Twitter
Condividi su pinterest
Condividi su Pinterest

Hai dubbi o domande?

Puoi scrivermi la tua domanda nella nuova sezione di Rifaccio Casa. Risponderò nel più breve tempo possibile. Il servizio è dedicato sia ai professionisti sia ai privati ed è completamente gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rimani aggiornato

Ricevi gratis i nuovi articoli sulla tua email.

Ti può interessare

Restiamo in contatto

Quando pubblico un nuovo post su Rifaccio Casa lo mando a un po’ di persone. Lasciami la tua email se vuoi riceverlo anche tu! Ti scriverò solo una o due volte a settimana.


Leggi anche questo!

Metti un Like
a Rifaccio Casa!

MI TROVI ANCHE QUI: SEGUIMI!

ASPETTA!

Restiamo in contatto! Lasciami la tua email, ti manderò gratis ogni settimana nuovi contenuti.