Come siliconare i giunti di dilatazione

Qualche mese fa scrissi un post spiegando le possibili soluzioni estetiche per la finitura dei giunti di dilatazione: dal momento che quella più apprezzata in ambito residenziale consiste nell’utilizzo del silicone dello stesso colore del pavimento, scrivo oggi questa guida per spiegare come siliconare i giunti, in modo che chiunque possa farlo a casa propria. Se vuoi saperne di più sui giunti di dilatazione, leggi prima questo post.

1. Preparazione alla siliconatura
IMG_7381
Il primo passaggio è forse quello più lungo e noioso, ma il più importante. Utilizza del nastro di carta per coprire le estremità delle piastrelle attaccate al giunto di dilatazione: assicurati che il nastro sia ben incollato a terra e che non ci siano delle bolle d’aria sotto.
mapefoamInoltre – regola che purtroppo spesso viene ignorata – bisogna assicurarsi che il silicone non faccia adesione sul massetto: è quindi necessario inserire qualcosa all’interno del giunto in modo che il silicone – al passaggio successivo – faccia adesione solo sugli spessori delle piastrelle. Le possibili soluzioni sono due: quella migliore è utilizzare un sottogiunto (vedi foto a destra, esiste ovviamente anche di altre marche), tuttavia spesso è difficile riuscire a trovarlo nei magazzini edili. In tal caso si deve ricorrere a un po’ di fantasia: una soluzione valida può essere l’utilizzo dei nastri che si utilizzano per impacchettare i regali di Natale, che hanno solitamente una larghezza di 0,5 cm (che potrebbe essere la larghezza del tuo giunto di dilatazione). In un caso come nell’altro, devi cercare di affondare il sottogiunto o il nastro dei pacchi al fondo del giunto, in modo che il silicone aderisca su di lui e non sul massetto. E’ molto importante questo passaggio.

2. Siliconatura
IMG_7382
Arriviamo alla fase operativa vera e propria: devi innanzitutto scegliere il silicone da utilizzare. Quasi tutte le aziende che producono gli stucchi hanno anche le collezioni di siliconi abbinati: scegli quindi quello che fa al caso tuo, in modo che la resa estetica possa essere ottima. Se devi sigillare dei giunti a contatto con la pietra (giunti perimetrali in corrispondenza delle soglie) ricorda di controllare che il silicone sia adatto a questo utilizzo: in caso contrario rischi di macchiare la pietra. Una volta scelto il silicone non resta che infilarlo nella pistola e riempire il giunto di dilatazione che hai preparato prima.

3. Rifinitura del silicone
IMG_7384
Una volta riempito il giunto di silicone, a seconda dello spessore riempito, potresti spaventarti per come è rimasto: potrebbe infatti risultare tutt’altro che liscio. In tal caso la soluzione è molto semplice: indossa dei guanti di lattice, bàgnati un dito con acqua e sapone e…passa il dito sopra al giunto, senza fermarti fino a che non sei arrivato alla fine. Voilat, il gioco è fatto! Se non fosse rimasto bene puoi ripassare il dito una seconda volta, o riempire il giunto con altro silicone e ripassare ancora il dito.

4. Rimozione del nastro
IMG_7387
Quando hai ottenuto un risultato soddisfacente puoi andare a rimuovere il nastro di carta che avevi messo all’inizio. Rimuovilo subito, senza aspettare che asciughi il silicone!

5. Accorgimenti finali
IMG_7388
A questo punto il risultato del tuo lavoro dovrebbe assomigliare a questo: il giunto siliconato in questo caso è quello che si vede in orizzontale, le altre sono normali fughe stuccate.
Hai finito il lavoro: abbi solo la pazienza di proteggere il silicone per le prime 24 ore da acqua e sporcizia, poi il lavoro sarà definitivamente terminato.

Scritto da Alex il 2 febbraio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *