Casa Smart: il termostato intelligente Tado°

tado

Anche se esula dall’argomento principale del mio blog, gli oggetti connessi sono una delle cose che mi appassionano di più in assoluto. Oggi voglio proprio parlarti di uno di questi: il termostato intelligente Tado°, che ho scelto per gestire il riscaldamento di casa mia. Lo recensisco dopo un anno di utilizzo quotidiano.

ESTETICA – Il Tado° è forse la soluzione esteticamente più ricercata e armoniosa che puoi scegliere per la casa. Non esiste alternativa più bella da vedere. La sua forma squadrata viene resa armoniosa dagli angoli arrotondati, la sua dimensione e il suo colore bianco lo fanno scomparire nella parete. Quando è in funzione lo schermo resta spento, quindi si vedrà solo questo piccolo elemento bianco a parete. Premendo il pulsante compariranno invece le scritte, bianche sullo sfondo bianco del termostato, senza percepire alcun monitor digitale.

tado1

FUNZIONALITA’ – Questo è il vero punto di forza di Tado°. Basta che stabilisci la temperatura che desideri, a tutto il resto ci penserà lui. Specialmente se l’impianto di riscaldamento è a radiatori la cosa si fa molto bella e divertente: tu stabilisci una temperatura per un certo orario e il termostato, valutando la temperatura esterna (senza bisogno di sonde, si affida alle previsioni metereologiche), decide quanto tempo prima deve accendersi. Vuoi che al mattino alle 8.00 la casa sia calda? Da oggi non avrai più bisogno di pensare quanto tempo prima deve accendersi il riscaldamento, con il rischio di arrivare alle 8.00 che l’ambiente è troppo caldo o troppo freddo: alle 8.00 puoi stare certo che la temperatura sarà esattamente quella desiderata, senza sprechi e con il massimo confort. Ma non è ancora tutto: il termostato infatti è in grado di controllare anche la posizione degli abitanti della casa tramite la posizione GPS degli smartphone, decidendo quindi di cambiare la potenza di riscaldamento. Se per esempio il termostato è progettato per mantenere una temperatura più bassa quando sei a lavoro ma un giorno finisci di lavorare prima e torni a casa, Tado° si accorgerà del tuo rientro e accenderà il riscaldamento al posto tuo. Al contrario, se esci di casa quando il riscaldamento è attivo, Tado° lo spegnerà per te, minimizzando gli sprechi.

ASSISTENZA – Se ti ho detto che l’estetica e la funzionalità sono ottimi, ormai potresti pensare di sapere tutto. Invece tutti gli oggetti connessi (IoT) è bene che abbiamo un’ottima squadra di supporto alle spalle, che sia in grado di aiutarti e di assecondare le tue richieste. D’altra parte l’algoritmo che decide quando e come far funzionare il riscaldamento non è dentro al tuo termostato ma sui server di Tado°, in modo che sia sempre aggiornato e funzionante. Può capitare qualsiasi tipo di imprevisto: per esempio io dopo aver cambiato abitudini di risveglio mattutino – dopo un paio di giorni – mi sono accorto che Tado° non aveva ancora appreso la mia abitudine (esatto, Tado° apprende! Dagli qualche giorno per abituarsi ai cambiamenti e imparerà a comportarsi di conseguenza). Visto che era pieno inverno e non era confortevole il risveglio, ho contattato l’assistenza Tado° che durante la telefonata stessa ha aggiornato l’algoritmo del mio termostato in modo che imparasse subito dagli ultimi giorni: risolto in 5 minuti di telefonata. Altro problema: la fonte meteo che veniva utilizzata per il mio paese in alcuni giorni presentava temperature sbagliate di diversi gradi. Anche in questo caso è bastata una telefonata per risolvere il problema: ora le previsioni sono sempre precise. Tutto questo per dire che se compri un termostato connesso che non ha assistenza alle spalle, al minimo problema potresti pentirti dell’acquisto. Con Tado° non ho mai avuto un problema che non sia stato risolto con un’email o una telefonata.

Nel grafico elaborato dall'app di Tado°, si nota l'andamento della temperatura e dell'umidità nel corso di una domenica d'inverno.
Nel grafico elaborato dall’app di Tado°, si nota l’andamento della temperatura e dell’umidità nel corso di una domenica d’inverno.

CONTROLLO UMIDITA’ – Alzi la mano chi non si è mai preoccupato dell’umidità in casa. Eppure il 26% degli italiani vive in ambienti poco o troppo umidi. Mentre in Europa il 7% vive in ambienti troppo umidi e il 15% in ambienti troppo secchi, in Italia siamo il 14% in ambienti troppo umidi e il 12% in ambienti troppo secchi. Come monitorare l’umidità a casa propria e decidere se è necessario prendere dei provvedimenti? Semplice, sempre con Tado°. Lui ti monitora, oltre alla temperatura, anche l’umidità, durante tutto il corso della giornata. Noterai che l’umidità sale quando fai spegnere i radiatori e quando fai la doccia: questi aumenti quanto incidono sull’ambiente? Io per esempio da quando ho Tado° ho deciso di comprare un deumidificatore da usare durante e dopo la doccia.

IMPIANTO DI DOMOTICA – Su questo punto si sta evolvendo la situazione. Dal 2017, innanzitutto, tutti i modelli Tado° si interfacciano con Siri (Apple Homekit), con Google Assistant e con Amazon Alexa: potrai quindi chiedere al tuo smartphone quale temperatura hai in casa ed eventualmente di cambiarla (funzioni comunque disponibili tramite l’app del termostato). Se l’obiettivo è invece quello di integrare Tado° in un impianto più esteso di domotica, in quel caso è fattibile ma ad alcune condizioni. Innanzitutto Tado° comunica esclusivamente in WiFi, non sono quindi state previste porte né ethernet né per eventuali standard di domotica (KNX, ad esempio): ogni controllo fattibile in domotica si basa su delle API http che ti permetteranno di avere il 90% del controllo del termostato. Saranno sufficienti per controllare il riscaldamento, l’umidità e il programma del termostato. Così potrai far comunicare Tado° con ogni tuo altro dispositivo connesso.

Il termostato si compra a questo link. Consiglio di guardare sul sito ufficiale prima che su Amazon perché di tanto in tanto capitano delle offerte interessanti.

Scritto da Alex il 29 marzo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *