Cerchi piastrelle? Archigres.com

Salute: cosa scegliere tra laminato, parquet, resina e piastrelle

A livello estetico tutti i materiali sono belli e piacevoli. Ma la scelta diventa molto più difficile se si passa ad analizzare quali sono i rischi che comportano per la salute. Faccio un breve riassunto dei rischi che possono comportare i vari materiali, lasciando dei link per approfondire i vari argomenti.

LAMINATO – Uno dei materiali più di moda negli ultimi anni. Bello come il legno, ma costa un quinto. Purtroppo, però, non è tutto oro quel che luccica: il laminato è composto da MDF (o HDF) con solo un strato superficiale che va a richiamare l’effetto del legno. L’aspetto negativo è che quindi l’MDF contiene formaldeide, una sostanza cancerogena molto pericolosa e già molto presente nelle nostre case. Approfondisci sul laminato cliccando qui.

PARQUET – Fino a qualche anno fa era la scelta più bella che si potesse fare, ora però laminati e piastrelle hanno raggiunto praticamente lo stesso effetto visivo pur con prestazioni meccaniche e chimiche di molto superiori e per questo il parquet è diventata una soluzione di nicchia. Detto questo, il materiale è naturale, quindi ottimo: bisogna tenere presente solo il Paese di provenienza del legno (in quanto può imprigionare sostanze nocive presenti nell’aria, quindi occhio ai Paesi che dedicano poca attenzione alle questioni ambientali). L’attenzione maggiore va invece rivolta alle vernici utilizzate per trattare il parquet, in quanto talvolta contengono sostante tossiche e comunque sempre VOC. Approfondisci il parquet cliccando qui.

RESINA – Di moda da decenni, ma senza che abbia mai avuto la meglio sugli altri materiali per i suoi evidenti limiti strutturali (patisce gli assestamenti) e di usura (tende a opacizzarsi). Detto questo è un materiale molto bello che permette di avere superfici omogenee senza fughe. Tuttavia è difficile che i materiali sintetizzati in laboratorio siano salutari e per questo ti consiglio di approfondire sulle resine leggendo questo post.

PIASTRELLE DI CERAMICA – Nei decenni passati talvolta gli smalti delle piastrelle contenevano piombo e/o cadmio, ma oggi rimanendo su prodotti italiani (il top della qualità a livello mondiale) si rimane al sicuro da queste presenze. La piastrella sembra infatti oggi aver raggiunto livelli top per quel che riguarda funzionalità e salute. Gli unici rischi che derivano dalla scelta di un pavimento in ceramica possono riguardare la presenza di VOC nei collanti scelti: vai quindi tranquillo sulle piastrelle, ma presta molta attenzione a colle e stucchi, in quanto possono contenere diversi componenti poco salutari.

TI INTERESSERÀ ANCHE QUESTO - Per permetterti di approfondire meglio l'argomento, ho selezionato per te altri tre articoli collegati a questo argomento: leggili, li troverai sicuramente interessanti!

2 thoughts on “Salute: cosa scegliere tra laminato, parquet, resina e piastrelle

  1. Io ho scelta la pietra di Trani per il soggiorno e la cucina. Mentre per le camere da letto ho scelto il parquet (***COMMENTO MODERATO: NOME DELL’AZIENDA RIMOSSO***) perché è un’azienda attenta alle questioni ambientali. Un mix!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *