Cerchi piastrelle? Archigres.com

Le piastrelle da interno che puoi non incollare

Cerchi una soluzione semplice per posare da solo il pavimento a casa? Se hai escluso il laminato per le ragioni descritte nel post che ho scritto qualche mese fa (leggi qui), hai la possibilità di scegliere tra due soluzioni in ceramica: scopriamole insieme.

La collezione Fast di Del Conca, pur essendo un gres porcellanato, si posa come un laminato.
La collezione Fast di Del Conca, pur essendo un gres porcellanato, si posa come un laminato.

PIASTRELLE A INCASTRO – La prima soluzione arrivata in ordine di tempo è quella delle piastrelle ad incastro, in cui Del Conca ha avuto un ruolo di primo piano, con la sua collezione “Fast“. Sulla sua scia – anche in virtù della tanta pubblicità fatta qualche anno fa – si sono poi mosse diverse altre aziende. Queste piastrelle in gres porcellanato si posano fondamentalmente come il laminato: sopra a un tappetino fonoassorbente si accostano le piastrelle incastrando gli inserti tra una piastrella e l’altra. L’unico modello disponibile è un effetto legno e il prodotto si posiziona su un segmento alto (anche a livello di costi). Maggiori informazioni sul prodotto e sulla posa a questo link.

Le piastrelle auto-leveling del gruppo Abk si coricano con il loro stesso peso, permettendo la posa avvicinata anche senza colla.
Le piastrelle auto-leveling del gruppo Abk si coricano con il loro stesso peso, permettendo la posa avvicinata anche senza colla.

PIASTRELLE AUTOLIVELLANTI – In questo caso è il gruppo Abk ad aver puntato fortemente sul tema, creando delle piastrelle autolivellanti (registrate col marchio “auto-leveling”) che possono essere posate anche a secco (questa posa è stata nominata “insta-tile“). Anche in questo caso si posiziona un tappetino fonoassorbente: su di esso verranno posate le piastrelle semplicemente accostate tra di loro, senza bisogno di incastri. In questo caso l’elevata plasticità delle materie prime utilizzate permette alle piastrelle di coricarsi con il loro stesso peso, assecondando il piano sottostante anche se non fosse perfettamente piano. Su tutto il perimetro verrà messo del silicone per permettere un minimo di spostamento delle piastrelle in caso di movimenti d’assestamento. In questo caso sono numerose le collezioni disponibili: il gruppo Abk è infatti composto da tre brand. Troviamo dunque le collezioni “Dolphin” e “Soleras” di Abk; “Dakota” di Flaviker; “Portland 325”, “Legend” e “Larix Top” di Ariana. Il livello dei prezzi di questi prodotti si possono posizionare su una fascia media.

NON E’ TUTTO ORO QUEL CHE LUCCICA – Entrambe le soluzioni sono interessanti e ben pensate, ma non sono certo un sostituto della posa tradizionale. I fattori da considerare sono essenzialmente tre, a mio avviso.
Il primo è funzionale: le piastrelle a incastro hanno bisogno di un piano perfetto sotto di loro, non c’è margine d’errore. Inoltre entrambe le soluzioni avendo piastrelle accostate senza alcuna fuga (né giunti di dilatazione) bisognerebbe vedere come si comportano in caso di movimenti d’assestamento.
Il secondo fattore da considerare è l’igiene: le piastrelle saranno anche rettificate e potranno andare l’una contro l’altra, ma siamo sicuri che non entri sporcizia in quelle microfessure che restano? Certo, il problema è paragonabile a quello del laminato, ma a mio avviso persiste comunque.
Last but not least, il lato economico: le piastrelle puoi posartele da solo se hai un minimo di manualità, risparmiando sul piastrellista. Ma sei sicuro che in fin dei conti ti cambi qualcosa a livello di costi? Puoi andare su un prodotto di fascia leggermente più bassa e pagarti la posa di un professionista spendendo esattamente gli stessi soldi. O posare le stesse piastrelle di Abk, Flaviker, Ariana o Del Conca (cambiando modello, in quest’ultimo caso) incollandole, spendendo sì poco di più ma ottenendo un lavoro definitivo.

PER QUALI ESIGENZE COMPRARE QUESTI PRODOTTI? – Questi prodotti sono l’ideale per essere riutilizzati. Vai a vivere per pochi anni in un appartamento in affitto e poi cambierai casa? Stai cambiando pavimento al tuo negozio, che potrebbe spostarsi prima o poi? In questi casi la soluzione delle piastrelle viste fino ad ora sembra fatta apposta per te. Le appoggi e hai un nuovo pavimento: quando dovrai spostarti potrai toglierle dal pavimento e portarle con te nel nuovo locale. In questi casi allora sì, la soluzione ideale è davvero Del Conca Fast o Insta-tile del gruppo Abk!

TI INTERESSERÀ ANCHE QUESTO - Per permetterti di approfondire meglio l'argomento, ho selezionato per te altri tre articoli collegati a questo argomento: leggili, li troverai sicuramente interessanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *