Cerchi piastrelle? Archigres.com

Le lastre ultra sottili: per sovrapposizioni…e molto altro

Negli ultimi anni hanno avuto sempre un maggior rilievo le collezioni di piastrelle ultra sottili. Comode per chi deve pavimentare, belle per chi deve rivestire, sfiziose per chi vuole utilizzarle in altri ambiti: scopriamo insieme in cosa consistono.

TUTTO NASCE DA COTTO D’ESTE – Sono in tanti a produrre queste piastrelle sottili, ma un merito particolare va a Cotto d’Este. Sono infatti loro ad aver creato – e fortemente puntato – sulla Kerlite. Che cos’è Kerlite? E’ una piastrella in gres porcellanato spessa solo 3 mm, che viene spesso abbinata a un rinforzo in fibra di vetro sul retro della piastrella per darle maggior robustezza (portando lo spessore a 3.5 mm). Oltre alla comodità nella posa di utilizzare un materiale leggero, Kerlite diventa molto interessante nel caso di sovrapposizioni di pavimenti (immagina salire solo di 5 mm rispetto al piano attuale, anziché 10-12 mm). Risulta interessante anche nel caso di una nuova costruzione, quando sotto alla piastrella viene previsto il riscaldamento a pavimento: partendo dal presupporto che il gres porcellanato ha un’ottima trasmittanza termica, avere meno materiale permette comunque di ricevere più calore e ottimizzare (anche se in maniera minima) i consumi.

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SU KERLITE – Sui 3.5 mm possiamo trovare qualsiasi genere di prodotto: effetti legno (Oaks), marmo (Exedra), cementi (Buxy, Over, Avantagarde). Ma Kerlite non è solo 3 e 3.5 mm: ha infatti tutta una parte dedicata anche ai 5.5 mm. Uno spessore maggiore per una maggiore robustezza: se non hai la necessità di far stare il pavimento in pochissimi millimetri, puoi permetterti di optare per questa soluzione. Aumenta di soli 2 mm lo spessore ma in modo considerevole la robustezza, che diventa simile alle piastrelle spessorate da 10 mm! Da annoverare in tal senso l’effetto legno Kerlite Forest, molto bello esteticamente. Trovi le foto di questa collezione nella gallery sopra.

KERLITE…COME LAVABO – All’ultimo Cersaie buona parte dei produttori di piastrelle hanno provato ad accennare alla novità, che è stata fatta sua per prima da Cotto d’Este proprio con Kerlite. E se usassi Kerlite per rivestire il top con lavabo? E’ una soluzione particolare, ma molto bella e funzionale. Nella foto qui sotto vedi un mobile della Geromin con il top rivestito in Kerlite con l’effetto corten: ovviamente, ordinandolo, ti arriverà questa soluzione già pronta all’uso.

geromin (2)

NON C’E’ SOLO KERLITE – Sono tanti i produttori che si sono lanciati sulle lastre. Tra questi c’è Edilgres, che come Cotto d’Este ha una gamma prodotti molto vasta, incentrata anche in questo caso sia sullo spessore 3.5 sia sul 5.5 mm. Per non ripetere prodotti simili, consiglio in questo caso uno sguardo agli effetti pietra, denominati StoneLab: le riproduzioni sono ottime, molto fedeli alle pietre reali e dedicate a ogni zona d’Italia. Molto belli il ceppo di Grè e la pietra di Cogne. Panaria – che fa sempre parte del gruppo di Cotto d’Este – ha un effetto legno molto realistico sullo spessore da 3 mm, denominato Doghe 0.3. Passando invece da 5.5 a 6.5 mm troviamo invece numerose altre aziende, quali ad esempio Ariostea, Fondovalle e Marazzi. Ma di loro parlerò un’altra volta.

TI INTERESSERÀ ANCHE QUESTO - Per permetterti di approfondire meglio l'argomento, ho selezionato per te altri tre articoli collegati a questo argomento: leggili, li troverai sicuramente interessanti!

3 thoughts on “Le lastre ultra sottili: per sovrapposizioni…e molto altro

    1. Ciao Sandro,

      Per le tipologie puoi guardare sui siti dei produttori (Cotto d’Este, FMG, Fondovalle, Laminam, Abk, Flaviker, Ariana e Ariostea, solo per citarne alcuni). Per i prezzi devi fare riferimento alla loro rete commerciale: ovviamente sei su una fascia alto di prodotto.
      Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *