Cerchi piastrelle? Archigres.com

Pensi di scegliere un prodotto di qualità? Invece compri dalla Cina

Quando compri prodotti per la casa spesso sui cataloghi (anche e soprattutto di aziende italiane) avrai notato che si punta a evidenziare tutti i punti di forza: Made in Italy, Ecolabel, Leed… ci sono un sacco di punti di forza e di certificazioni che rendono importante un prodotto sul mercato.

Tra le varie certificazioni, una è molto importante: il CE, che serve ad attestare la conformità europea. Dimostra cioè che il prodotto è conforme ai requisiti di sicurezza previsti dalle direttive applicabili. Quindi, anche qualora il prodotto che stai scegliendo sia d’importazione, la presenza del logo dimostra che è stato certificato e rispetta tutti i requisiti comunitari.

Dove nasce allora il problema? Dall’emulazione del logo CE da parte di diversi produttori cinesi per simboleggiare il “China export”.

CE: conformità europea o China export?
CE: conformità europea o China export?

Nell’immagine qua sopra vediamo la differenza tra i due loghi. La conformità europea ha uno spazio tra la C e la E, e unendo virtualmente le lettere permette la costruzione di un “8” in orizzontale. Il simbolo di China export è invece disegnato senza alcuno spazio tra le due lettere.

Non pensare che questa differenziazione non ti tocchi, perché nella scelta dei materiali e dei prodotti per la tua casa lo troverai sicuramente. Purtroppo, infatti, non solo i cinesi lo utilizzano. L’imitazione del “CE” inganna talmente spesso le persone che anche gli importatori italiani spesso lo utilizzano per far finta di avere a catalogo prodotti certificati…che invece non solo sono cinesi, ma sono pure privi di alcun tipo di certificazione.

Su cosa, prestando attenzione, troverai il CE “cinese”?
Sicuramente su quasi tutte le lampade e le applique LED (vedi l’immagine sotto, tratta dal sito internet di un’importante azienda italiana).

ce

Anche buona parte degli accessori bagno fatti in alluminio sono d’importazione: tuttavia, in questo caso, raramente viene messo il logo CE. Stessa cosa anche per i box doccia: anche loro vengono spesso importati. Dalla Cina arrivano anche quasi tutte le cartucce utilizzate all’interno della rubinetteria, che venendo però lavorata in Italia può tranquillamente essere marchiata made in Italy.

Ci tengo a chiudere il post con una precisazione sul titolo scelto per questo post: “Pensi di scegliere un prodotto di qualità? Invece stai comprando dalla Cina“. Non è detto che per forza i prodotti cinesi siano di scarsa qualità, tant’è vero che gran parte della tecnologia e dei vestiti che utilizziamo quotidianamente arriva proprio da quel Paese. Credo invece di poter generalizzare sulla scarsa qualità cinese quando viene venduta di nascosto con sistemi al limite della legalità, come il logo CE simile a quello europeo. Se produci in Cina prodotti di qualità, sei sicuramente in grado di comunicarlo ai tuoi clienti finali (vedi la Apple con gli iPhone), senza doverli informare con loghi simili a quelli previsti dalla legge, ma con un significato molto differente.

TI INTERESSERÀ ANCHE QUESTO - Per permetterti di approfondire meglio l'argomento, ho selezionato per te altri tre articoli collegati a questo argomento: leggili, li troverai sicuramente interessanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *